Avere uno sconto sui tributi comunali, come Tasi e Imu, in cambio di un impegno concreto per la comunità: dalla pulizia del parco comunale all'abbellimento della piazza del paese o la piccola manutenzione per la scuola elementare locale. È questa la scommessa del “Baratto fiscale”, istituto introdotto nel nostro ordinamento dal decreto “Sblocca Italia” del 2014 e già adottato da qualche decina di Comune, soprattutto medio piccoli, anche se non mancano le metropoli come Milano. “Focus 24” racconta caratteristiche della norma e obiettivi dello “sconto fiscale” con interviste a Antonella Manzione, capo dell'Ufficio legislativo della Presidenza del Consiglio, e Guido Castelli, presidente Ifel e sindaco di Ascoli Piceno. Franco Mungai, sindaco di Massarosa (Lucca) racconta invece l'esperienza “sul campo” dell'amministrazione locale che per prima in Italia ha in pratica lo scambio sconto sulle tasse-prestazioni lavorative.