20 gennaio 2017. Secondo il primo censimento delle iniziative di educazione finanziaria in Italia promosso da Banca d'Italia, Ivass, Consob, Covip, Fondazione per l'educazione finanziaria e al risparmio e il Museo del Risparmio in Italia nel triennio 2012- 2014 sono state avviate oltre 200 iniziative per migliorare le conoscenze di base per la corretta gestione degli investimenti personali. Nonostante il numero crescente di partecipanti, l'Italia si conferma agli ultimi posti delle classifiche internazionali di cultura finanziaria, con riflessi anche sulla crisi di molte banche. Passi in avanti su questo fronte potrebbero arrivare con l'approvazione di un emendamento al decreto salva banche per velocizzare l'approvazione di norme ad hoc sull'informazione finanziaria. In “Focus24” fanno il punto il presidente della commissione Finanze della Camera Maurizio Bernardo e la direttrice del Servizio tutela dei clienti e antiriciclaggio della Banca d'Italia Magda Bianco.