Key West, Florida (TMNews) - Florida Keys, un paradiso in pericolo. Anche questa catena di isole ormeggiate nel Mar dei Caraibi, ma che tradiscono l'ansia di raggiungere una manciata di miglia a sud la promessa proibita di Cuba, è minacciata dall'innalzamento del livello degli oceani. Le stime parlano di una possibile crescita di 60 centimetri entro il 2060, soglia letale dato il basso profilo morfologico delle Keys.Ora è solo un terreno inaridito. Ma qui una volta si ergeva una grande foresta di pini. La crescita del livello del mare ha reso sempre più salate le falde aquifere. E i risultati sono evidenti."Il drammatico cambiamento, spiega Chris Bergh, direttore del'Agenzia per la protezione dell'Ambiente della Florida meridionale, è dovuto al lento ma inarrestabile innalzamento del livello degli oceani negli ultimi 100 anni. La rigogliosa foresta di una volta ospitava anche dei cervi insieme a tutta la fauna stanziale che dipendeva dalle risorse di acqua dolce. Ora la situazione è quella che vedete".I modelli previsionali gestiti dal computer non lasciano sperare nulla di buono per il futuro delle splendide isole caraibiche.Key West con i suoi 25mila residenti è la più popolata e visitata della catena. Qui il turismo vale l'80% delle entrate."Le cose cambieranno, ammette Chris Mullins,proprietario di un ristorante. Dovremmo adattarci anche se non so ancora come. Ma non succederà tutto in una notte, così abbiamo il tempo per prepararci"Strade, parchi e ponti dovranno alla fine essere sopraelevati. Una misura contenitiva e non risolutiva che in futuro dovrà essere messa all'ordine del giorno anche in altre città costiere, come Boston o New York. Per non ripetere il naufragio di Atlantide.(Immagini Afp)