Ankara (TMNews) - La Turchia ha siglato un accordo con l'Europa in cui si impegna a riammettere gli immigrati clandestini espulsi e rimpatriati. L'intesa è stata firmata ad Ankara dal commissario europeo agli affari interni Cecilia Malmstroem e il ministro degli Esteri turco Ahmet Davotoglu.In cambio le istituzioni europee cancelleranno l'obbligo di visto per i cittadini turchi in viaggio in Europa, una condizione ritenuta necessaria da Ankara per arrivare ad un accordo. Il no di Bruxelles fino ad oggi aveva creato una situazione di stallo che ormai si protraeva dal 2012.La Turchia dunque si avvicina all'Europa, seppur i negoziati per entrare a far parte definitivamente dell'Unione sono bloccati da anni, a causa di diversi ostacoli fra cui la disputa territoriale con Cipro e l'opposizione di Francia e Germania. A questo si aggiungono vicende che hanno gettato pesanti ombre sul governo di Erdogan come la repressione violenta delle proteste dei cittadini a Gezi park nel giugno del 2013.(Immagini Afp)