Milano, (TMNews) - L'amministratore delegato di Finmeccanica Giuseppe Orsi è stato arrestato con l'accusa di corruzione internazionale. Al centro delle indagini una presunta tangente pagata alla sigla di un contratto del 2010 col Ministero degli Esteri indiano per la fornitura di 12 elicotteri firmato da Agusta Westland, società di Finmeccanica guidata ai tempi da Orsi. Un affare da 560 milioni di euro.L'a.d. dell'industria aerospaziale italiana è finito in carcere su un'ordinanza del Gip della Procura di Busto Arsizio, eseguita dai carabinieri del Noe. Insieme a lui è stato arrestato anche l'amministratore delegato di Agusta Westland, Bruno Spagnolini, ora ai domiciliari. Sono state eseguite anche delle perquisizioni in alcuni uffici di Milano e nell'hinterland del capoluogo lombardo e nella sede dell'Agusta Westland, in provincia di Varese.