Bamako (askanews) - Sono almeno 18 le vittime dell'attacco terroristico in Mali, dove per ore 170 persone sono rimaste nelle mani di un gruppo di sequestratori all'interno dell'Hotel Radisson blu di Bamako. I corpi senza vita delle 18 vittime sono stati ritrovati all'interno dell'hotel una volta finito l'assalto delle forze di sicurezza. Nel corso del lungo blitz gli ostaggi sono stati liberati un po' alla volta finché non è rimasto nessuno nelle mani dei terroristi asserragliati all'interno. L'attacco è stato rivendicato da un gruppo vicino ad Al Qaeda.All'interno dell'hotel c'erano molti stranieri, cinesi, turchi, americani, indiani, russi, francesi, fra diplomatici di diverse nazionalità e personale aereo di Air France. Il presidente francese Francois Hollande nei momenti di tensione a blitz in corso aveva invitato i francesi alla prudenza."Voglio dire ai concittadini francesi che si trovano in questo momento Mali di prendere contatto il prima possibile con l'ambasciata in modo sia fatto di tutto per proteggerli". Nel blitz per liberare gli ostaggi sono state coinvolte forze militare francesi e americane.