Scaduta la tregua umanitaria di 72 ore, nella Striscia di Gaza si torna a combattere. Hamas e le altre fazioni palestinesi hanno rifiutato di prorogare il cessate il fuoco. Sono ripresi quindi i lanci di razzi contro Israele. Anche l'esercito di Tel Aviv a sua volta ha ripreso le operazioni militari dopo che il premier Benjamin Netanyahu ha ordinato di rispondere ai nuovi attacchi. Migliaia di palestinesi sono in fuga dalle loro case a Gaza. A piedi, ammassati nelle auto o anche con carretti trainati dagli asini. Ogni mezzo è buono per sfuggire ai bombardamenti."La nostra casa è stata distrutta dai raid, non abbiamo un posto dove andare ma scappiamo. Non voglio vedere morire i miei figli", dice un abitante di Gaza. "I bambini piangono e hanno paura - spiega una donna - mi dicono 'mamma vogliamo andare via'. Hanno visto case rase al suolo e bambini senza vita".(immagini Afp)