Milano (askanews) - Finalmente arrivano le piogge, quello che una volta era definito il "maltempo". In settimana precipitazioni su tutta Italia mentre le temperature scenderanno. Fino a martedì a farla da padrone resterà l'anticiclone estivo con tempo in prevalenza secco ed eccezionalmente mite per la stagione, specie in montagna. Ma da mercoledì l'alta pressione inizierà a scemare consentendo all'umidità atlantica di raggiungere finalmente il bacino mediterraneo.Una prima perturbazione giungerà tra mercoledì e giovedì e attraverserà la penisola da norda sud con una veloce passata di piogge e rovesci, soprattutto sul Nordest e i versanti adriatici. A bocca asciutta resteranno il Nordovest, le regioni centrali tirreniche e le isole maggiori, ancora afflitte dalla siccità. La perturbazione, grazie a venti più freddi da nord, farà comunque calare le temperature anche di 7-10 °C, in montagna fino a oltre 15°C. Tornerà la neve sulle Alpi orientali e l'Appennino anche sotto i 1.000-1.200 metri.Una seconda, più intensa, perturbazione dovrebbe arrivare nel prossimo weekend portando questa volta piogge anche al Nord e sulle regioni centrali tirreniche. Nevicate abbondanti sono attese sulle Alpi, con accumuli che potrebbero localmente superare il metro al di sopra dei 1.800-2.000 metri. Sarà un peggioramento più autunnale che invernale in quanto non farà particolarmente freddo, con temperature in aumento al Centro-sud per l'arrivo di venti di scirocco.