Madrid (TMNews) - Il nome Filippo ha un peso nella storia della Spagna, legato soprattutto a Filippo II, figlio di un altro grande sovrano di nome Carlo, V in quel caso. E così il principe ereditario Felipe de Borbon oggi si appresta, dopo l'abdicazione del padre Juan Carlos, a salire al trono, con la benedizione degli analisti spagnoli."Il principe - spiega Jose Miguel de Elias, direttore dell'istituto demoscopico Sigma Dos - ha mostrato di essere molto professionale e adatto al ruolo, ha fatto bene in molte circostanze. Per questo è considerato preparato e apprezzabile, senza quei problemi che hanno danneggiato l'immagine del padre".Quarantasei anni, sportivo, sposato a una ragazza borghese, Filippo si presenta come una persona comune, con la testa sulle spalle, lontano da eccessi mondani. "Ha una immagine che piace - conferma Cesar de La Lama, biografo del padre - è alto, e non ha mai creato scandali di nessun tipo. Quando era un ragazzo, da studente e poi da universitario è sempre stato serio e responsabile".Le credenziali dunque ci sono e per Filippo si apre la sfida della monarchia spagnola nel XXI secolo. Un tema non banale, visto che poche ore dopo l'annuncio di Juan Carlos chi vuole abolire l'istituzione si era già dato appuntamento in piazza a Madrid.