Tacloban (TMNews) - Spunta un albero di Natale fra le macerie di Tacloban, uno sparuto simbolo di speranza nella città delle Filippine dove, ad un mese dal passaggio del tifone Haiyan, come mostrano chiaramente queste immagini, la ricostruzione è solo all'inizio di un cammino molto lungo; secondo gli esperti ci vorranno anni per far rinascere le città da queste macerie.I sopravvissuti vivono fra le rovine, tirano avanti con gli aiuti arrivati da tutto il mondo ma che bastano solo per superare queste prime settimane d'emergenza; la vera svolta è dare il via ad un programma a lungo termine per riparare i danni del violentissimo tifone.Hayan ha provocato la morte di oltre 5.700 persone, a cui si deve aggiungere il dramma dei 1.700 dispersi. I venti a 300 km orari e le onde giganti hanno distrutto un milione di edifici. La priorità è proprio ridare una casa alle oltre 500mila famiglie che da un mese non hanno più un tetto, per ricominciare a ricostruire le comunità spazzate via dal tifone.(Immagini Afp)