Grasso, Falcone e Orlando sulle mani in tasca del presidente della Camera durante l'inno