Roma, (askanews) - L'ambasciatore della Repubblica federale tedesca Reinhard Schaefers ha dato una grande "festa d'estate" nella sua residenza, Villa Almone, per salutare Roma e la fine del suo mandato, nonché della sua carriera diplomatica. "Qualcuno mi ha scritto recentemente, non si può rimanere ambasciatore in eternità. Questo mi ha aiutato un pochino e quando è tempo è tempo...", ha dichiarato Schaefers durante il suo discorso di congedo. L'ambasciatore ha fatto molto per le relazioni italo-tedesche, le quali, ha sottolineato sono "migliorate un po' " dal 2012. Un lavoro di diplomazia tra Italia e Germania che porterà avanti con il nuovo incarico nel consiglio d amministrazione di Fiera Bolzano.Ora, da Parigi, arriverà Susanne Wassum Rainer, prima "ambasciatrice" tedesca in Italia, che va a ingrossare le file delle diplomatiche straniere capomissione nel nostro paese. Gli auguri dell'ambasciatrice francese a Roma Catherine Colonna: "Ho saputo che il successore dell'ambasciatore Reinhard Schaefers sarà una donna. Bello. Lei arriva da Parigi, ci siamo conosciute a Parigi e mi sembra una bella cosa. Questa non è ancora una tradizione, ma una relazione davvero particolare fra i tre paesi". Potremo chiamare Wassum-Rainer "ambasciatrice"? "Non so, chiedilo alla 'ambasciatore' o 'ambasciatrice'?", ha concluso Colonna, che sta conducendo una battaglia per sostenere il titolo diplomatico "al femminile".