Vladimir (Russia), (askanews) - Globali ma locali. Il segreto di Ferrero, il cui successo in Russia continua nonostante tempi economici non semplici, è nella capacità di inserirsi e integrarsi con il tessuto industriale locale. Massimiliano Paoleschi, manager Ferrero per Russia, Ucraina, Kazakistan e Bielorussia, è interveuto al Forum economico di Vladimir, località russa dove si trova un impianto di produzione per Raffaello, Kinder Sorpresa e altri prodotti. "Ferrero è presente in Russia da più di vent'anni e i consumatori russi hanno subito dimostrato un grande interesse e apprezzamento per i nostri prodotti. Oggi la Ferrero è in Russia una realtà industriale e commerciale importante, con circa 600 milioni di euro di fatturato, e detiene la seconda quota di mercato nel settore confectionary di riferimento".Grazie alle nuove scelte del governo russo, Ferrero produrrà sempre più localmente: "La politica industriale della Russia del passato ha fatto sì che oggi, molta della domanda per prodotti finiti o materie prime o semilavorati, sia soddisfatta tramite l'importazione. Ma oggi notiamo un cambiamento di direzione, da parte del governo e delle amministrazioni locali".