Berlino, (TMNews) - Le Femen colpiscono ancora. Le attiviste che si battono contro il sessismo e le discriminazioni delle donne hanno inscenato una protesta davanti a una moschea di Berlino. Si sono presentate in topless con scritti sul corpo slogan di libertà e contro l'integralismo islamico. Dopo aver scavalcato i cancelli della moschea, come preannunciato, hanno messo in atto il "Topless Jihad Day" a sostegno di Amina Tyler, la ragazza tunisina che ha pubblicato su Facebook una sua fotografia a seno nudo, sfidando apertamente il costume del suo Paese, e che ora rischia fino a sei mesi di prigione. "Siamo libere, nude, è un nostro diritto ed è il nostro corpo", ha detto l'attivista ucraina Alexandra Shevchenkom, che ha aggiunto: "Nessuno può usare la religione, o altri pretesti, per compuiere abusi sulle donne o per opprimerle. Noi ci batteremo contro questo e i nostri seni saranno più forti delle loro pietre".