Roma, (askanews) - Dai campi verdi di Wimbledon alla terra rossa del Malawi: Roger Federer è andato nel paese africano per inaugurare un centro per la prima infanzia in collaborazione con l'ong ActionAid. La Fondazione Roger Federer aiuta già 37mila bambini in Malawi e 215mila in tutto il continente. "La fondazione ora ha più di dieci anni, spiega Federer. Ho sempre pensato che i bambini siano il futuro. Mi piace aiutarli e dar loro l'opportunità di andare a scuola. Qui in Malawi abbiamo deciso di aprire un centro prescolare. Cerco di aiutare per quanto posso".Il centro a Lilongwe è destinato ai piccoli in età prescolare come spiega la direttrice di ActionAid in Malawi, Martha Konje: "Roger è qui per finanziare un programma per lo sviluppo della prima infanzia. Oltre il 60% dei bambini in Malawi non ha accesso a questi servizi così importanti per il futuro loro e quindi di tutto il paese".La Fondazione Federer vorrebbe raggiungere un milione di bambini entro il 2018. Il grande campione svizzero, come tanti colleghi, dedica una parte dei suoi ingenti guadagni allo sviluppo. Con un occhio particolare all'Africa, anche perché sua madre è sudafricana..."Mia madre è sudafricana e va spesso in quel paese, e gli esperti della fondazione mi hanno detto che il Malawi aveva bisogno di aiuto soprattutto a livello della prima infanzia, insomma prima che i bambini arrivino a scuola. Abbiamo studiato la situazione e i modi in cui potevamo aiutare e avere l'impatto maggiore. Per questo sono contento di essere qui di persona".