Miami (askanews) - L'inchiesta sulla corruzione che ha travolto la Fifa è solo all'inizio. Il messaggio arriva direttamente dal direttore dell'Fbi, James Comey. "L'inchiesta è stata meticolosa e non è finita. Il lavoro continuerà finché tutta la corruzione non sarà scoperta, il messaggio da mandare al mondo è che questa condotta non sarà tollerata", ha detto. Finora sono stati arrestati sette dirigenti, con l'accusa di aver manovrato mondiali di calcio e diritti tv in cambio di tangenti milionarie, un vero e proprio sistema."I capi di accusa sono 47 contro questi individui, fra cui racket, frode telematica e riciclaggio di denaro, per 20 anni", ha detto Loretta Lynch il ministro americano della Giustizia. Fra gli eventi sotto accusa la Coppa del mondo in Sudafrica nel 2010 e l'attribuzione del centenario della Coppa America l'anno prossimo agli Stati Uniti.(Immagini Afp)