Pesaro (askanews) - La polizia di Ancona e di Pesaro ha arrestato cinque cittadini albanesi coinvolti nel traffico internazionale di stupefacenti. L'operazione è stata condotta nei pressi della foce del Metauro dove gli agenti hanno notato due persone che, giunte a bordo di un'Alfa Romeo, si sono nascoste nel canneto e hanno iniziato a fare segnali con un puntatore laser in direzione del mare aperto. Dopo oltre mezz'ora di attesa è giunto un camion, caricato in tutta fretta da tre soggetti, mentre altri due si preoccupavano di scaricare le balle contenenti le sostanze stupefacenti trasportate da un grossa imbarcazione.

I poliziotti delle squadre mobili di Ancona e di Pesaro e del commissariato di Fano sono entrati in azione, illuminando a giorno la zona dell'operazione con razzi segnalatori e bloccando i cinque, disorientati dalla rapidità dell'intervento, impedendo ogni tentativo di fuga.

Gli inquirenti hanno sequestrato oltre 1.800 kg di marijuana, la vettura e il natante, 1.000 litri di benzina che i trafficanti avevano nascosto in 36 taniche da stivare a bordo per il rientro nel porto balcanico ancora sconosciuto dal quale era partito il carico, nonché un puntatore laser e due jammer, disturbatori di frequenze per impedire le intercettazioni.