Roma (TMNews) - Una piazza meticcia, che rappresenta le tante forme del disagio sociale e la crisi che ha colpito tanti italiani. Famiglie con bambini, immigrati, Movimenti per la casa: un migliaio di persone ha sfilato per le vie di Roma per la Giornata mondiale del migrante.All'appello hanno risposto tante famiglie di immigrati provenienti dal nordafrica e dal sudamerica. Ma in piazza c'erano anche molti italiani colpiti dalla crisi economica"le lotte contro l'austerità non hanno frontiera" e "Nessuno spazio al fascismo e al nazismo. I figli di immigrati in Italia sono europei. Cambiamo la Bossi-Fini" gli striscioni in apertura del corteo. Tante le bandiere con "Stop a sfratti, sgomberi, pignoramenti".Diversi agenti delle forze dell'ordine hanno scortato il corteo, in una capitale blindata.