Napoli (TMNews) - Una vera e propria centrale del falso è stata smantellata dalla guardia di finanza nel Napoletano. Partendo dai venditori ambulanti irregolari che affollano le spiagge del litorale romano, le fiamme gialle della Capitale hanno individuando i vertici dell'organizzazione e hanno scoperto in Campania un vero e proprio "distretto industriale del falso", con sette opifici, laboratori e sartorie per il confezionamento di scarpe e capi di abbigliamento con falsi marchi.Nel corso delle perquisizioni intorno alla città partenopea sono stati sequestrati oltre 120 mila tra vestiti e scarpe contraffatti, 41 macchinari industriali e stampi. Scoperti anche 20 lavoratori irregolari.L'organizzazione, spiegano dalla Gdf, era in grado di produrre grandi quantitativi di merce a basso costo, destinati alle bancarelle del Sud e della Capitale, ma anche prodotti di qualità più elevata venduti anche nei negozi; tra i clienti anche esponenti di clan camorristici locali. Undici persone sono state denunciate alla Direzione distrettuale antimafia di Napoli.