Foggia, (TMNews) - Insegnanti di sostegno che usavano autocertificazioni e titoli di studio o di specializzazione falsi per scalare le graduatorie e ottenere gli incarichi nelle scuole. La Guardia di finanza di Foggia ha scoperto una truffa ai danni dello Stato realizzata da un gruppo di docenti: 79 le perquisizioni e acquisizioni di documenti eseguiti e 22 gli avvisi di garanzia notificati nell'ambito dell'operazione "Zero in condotta". Gli insegnanti, originari del foggiano, sfoggiavano titoli abilitativi falsi per ottenere incarichi di supplenza oppure accumulare punteggio e conquistare l'assunzione in ruolo nelle scuole. I finanzieri hanno eseguito l'operazione in 8 province e cinque regioni, anche negli istituti scolastici per riscontrare le anomalie nelle posizioni di altri insegnanti.