Atene, (askanews) - Nulla di fatto. Col terzo voto parlamentare non è stato eletto un nuovo Presidente della Repubblica in Grecia. I deputati non hanno dato i 180 voti necessari per eleggere il candidato presentato dal governo, Stavros Dimas, e a questo punto saranno indette elezioni anticipate.Dopo due tentativi andati a vuoto, il 73enne ex-commissario Ue candidato da Antonis Samaras, ha incassato solo 168 voti, numero ben lontano dal quorum necessario per la nomina.Si tornerà dunque alle urne il 25 gennaio. In testa ai sondaggi il partito di sinistra Syriza che promette di cancellare parte dell'austerity concordata con la Troika. "Ora tocca noi" esulta Alexis Tsipras, leader della sinistra radicale, che vuole rinegoziare i termini del salvataggio della Grecia con l'Unione europea e l'Fmi.La bocciatura di Dimas e il voto anticipato preoccupano molto l'Unione Europea, gli istituti creditori e i mercati. La Borsa di Atene è crollata trascinando al ribasso anche le altre piazze del vecchio continente che hanno segnato pesantissime perdite.(Immagini AFP)