Rho-Pero (askanews) - Non poteva che toccare alla Repubblica Ceca, Paese che per primo ha finito i lavori del suo padiglione a Expo 2015, l'onore di essere anche il primo Paese europeo a essere celebrato con una giornata nazionale. E' iniziata con l'alzabandiera e gli anni nazionali, alla presenza del ministro per lo Sviluppo regionale del governo di Praga, Karla Slechtova, che ha sottolineato il ruolo centrale dell'acqua nel padiglione ceco, il cui ingresso è dominato da una monumentale piscina. "Vogliamo decisamente dire che l'acqua è importante non solo per essere bevuta, ma anche per la produzione di energia, la creazione di molte tecnologie, questo è il motivo della scelta".Una interpretazione del tema dell'esposizione universale, "Nutrire il pianeta, energia per la vita", molto apprezzata dal commissario generale di Expo, Bruno Pasquino: "Un padiglione che mette l'acqua al centro dell'attenzione del visitatore, la scelta di focalizzare il messaggio sulle vostre conoscenze nel settore idrico, derivanti da una lunga tradizione di gestione delle proprie risorse, si sposa perfettamente con il senso profondo dell'esposizione universale".La celebrazione è continuata con una parata di sbandieratori e trampolieri che ha aperto una giornata fatta di teatro di strada, acrobazie a concerti. C'è poi chi si è cimentato con le sculture di burro e chi ha preferito interrogarsi da bordo piscina, sorseggiando birra boema, sulla curiosa statua, metà uccello e metà auto americana, che domina l'ingresso del padiglione.