Rho (askanews) - In Expo arriva il Cinericettario, un progetto di campagna di comunicazione social per raccontare, attraverso i film classici, la gastronomia del Lazio. Da Anna Magnani ad Aldo Fabrizi, da Ugo Tognazzi a Mimmo Modugno, nelle pillole video diffuse sul Web si ritrovano due eccellenze italiane, il cinema e la cucina, che forse, nelle parole del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, andrebbero comunicate con maggiore incisività."Manca la capacità di comunicarle - ha detto Zingaretti - e spesso manca il sistema. Non ci bastano più le eccellenze e da loro dobbiamo costruire un sistema eccellente. Noi oggi puntiamo sulla comunicazione, il cinema ha raccontato l'Italia e quindi ha anche raccontato la forza delle tradizioni culinarie e la forza di tanti personaggi, queste pillole dell'Istituto Luce ci mostrano i volti di Anna Magnani, di Ugo Tognazzi, di Alfo Fabrizi, di tante belle figure che ammiriamo per la loro arte ma che, guarda caso, nelle loro apparizioni sono spesso tornati sul cibo e sulla promozione dei piatti della nostra tradizione".Come testimonial, per la presentazione dell'evento a Palazzo Italia, è stato invitato l'attore Gian Marco Tognazzi, che ha ricordato suo padre. "La più grande passione di Ugo - ha detto - era la cucina, io ho visto mio padre il 70% del tempo in cucina, per avere a che fare con lui dovevo stare in cucina e sono diventato anche il suo assaggiatore, perché tutte le sere c'era qualcuno a cena".Al termine della presentazione, Zingaretti e Tognazzi hanno premiato i vincitori del concorso per cortometraggi "Olimpiadi della Cultura e del talento", rivolto agli studenti delle scuole superiori di tutta Italia.