Rho (askanews) - I giovani talenti dei Conservatori italiani arricchiscono con la loro musica il palinsesto degli eventi di Expo Milano 2015: ogni giorno, dal 18 luglio al 16 ottobre si esibiscono nella nuova Performance Area di Palazzo Italia con concerti di diversi generi musicali. Il maestro Paolo Troncon, presidente della Conferenza dei Direttori dei Conservatori: "Sarà l'occasione per far vedere come i nostri studenti siano in pratica già dei professionisti. Stiamo parlando di una stagione vera e propria: sono 90 concerti. Con un impegno massiccio di tutte le istituzioni italiane".Il palinsesto musicale, presentato a Expo Milano 2015, da Giuseppe Sala, Diana Bracco e dal Maestro Paolo Troncon, vede impegnati 193 giovani musicisti di 41 istituti. Ad inaugurare la rassegna il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano. Ogni territorio dà voce alle proprie eccellenze secondo un ricco programma dal titolo "Vivaio Talenti", in linea con il concept di Padiglione Italia: il vivaio come metafora di un luogo che aiuta le proprie risorse a germogliare. "La cosa particolare, è che eseguiranno solo musica italiana. E' bene ricordare che l'Italia è uno dei Paesi con maggiore tradizione musicale, e noi nei prossimi giorni daremo al mondo intero la dimostrazione sia della funzionalità delle nostre istituzioni, sia del valore del nostro repertorio compositivo musicale".I concerti del Vivaio Talenti costituiscono la nuova colonna sonora di Padiglione Italia e, nel contempo, rappresenteranno un'occasione importante per la promozione della cultura musicale e una vetrina irripetibile per gli allievi. "Un'occasione come questa, che vede una partecipazione così massiccia di studenti provenienti da tanti conservatori, in una manifestazione mondiale come Expo, difficilmente potrà ripetersi, sicuramente".