Milano (Askanews) - Contestazione del collettivo universitario The Take Cut durante l'appuntamento di presentazione della Carta di Milano, eredità di Expo 2015, nell'aula magna dell'università Statale. Mentre il commissario del governo Giuseppe Sala veniva intervistato dai giornalisti, due ragazzi hanno esposto uno striscione del collettivo e gridato alcune frasi di protesta: "E' morto un ragazzo di 20 anni nei cantieri perchè si fanno turni da 11 ore, perchè ci abbiamo messo la faccia" poi hanno dato appuntamento al Primo maggio per il cosiddetto "May Day No Expo" alle ore 14 in piazza XXIV maggio perchè "un altro mondo e un futuro sostenibile è possibile".