Rho (askanews) - Guardare al passato per ritrovare il giusto approccio al rapporto tra cibo e saluto. E' questa la chiave per individuare la "nutrizione ideale" secondo il professor Robert Gibson dell'Università di Adelaide, in Australia, intervenuto al convegno su cibo e salute "Back to basics" a Expo 2015."Dal passato impariamo che non bisogna concentrarci su un singolo ingrediente", ha sottolineato. "Molte persone sono focalizzate sui grassi saturi, ma questi sono solo una parte dei grassi che si trovano nel cibo. Bisogna guardare all'alimentazione nel suo complesso: qual è il miglior modello di cibo?"Il migliore - ha precisato Gibson - è il cibo fresco, cucinato in casa. Tanta frutta e verdura fanno senz'altro bene ma la migliore dieta è quella equilibrata.Secondo il professore di "Functional Food Science" le linee guida che si concentrano su specifici nutrienti devono essere valutate criticamente: "La cosa più importante da dire in qualsiasi linea guida sulla nutrizione è questa: mangiare con moderazione. Il secondo elemento fondamentale è che non esiste un'unica dieta specifica. Tutte le diete, quella mediterranea, quella inglese, quella americana, possono andare bene se si mangiano diversi tipi di ingredienti: questa è la dieta migliore".