Berlino, (TMNews) - In Germania i cristiano democratici del cancelliere Angela Merkel si confermano il primo partito del paese con oltre il 35 % dei voti, davanti al partner di coalizione, i socialdemocratici dell'Spd, che salgono al 27 %, riducendo notevolmente lo scarto con la Cdu rispetto al voto legislativo, grazie all'effetto Schulz.Grande soddisfazione anche per i conservatori euroscettici dell'AfD, Alternative fuer Deutschland, partito che auspica lo scioglimento dell'eurozona, che potrà inviara 7 deputati al Parlamento europeo. In terza posizione arrivano i Verdi con 11 seggi, davanti alla sinistra radicale Linke con 7 seggi. Sempre in crisi i liberali dell'Fdp, con soli 3 seggi.Per la prima volta della storia il partito neonazista Npd entrerà nel Parlamento europeo: con 300mila voti e una percentuale dell'1% l'Npd si guadagna un rappresentante tra i 96 eurodeputati che spettano alla Germania a Strasburgo. Il partito di estrema destra approfitta di una riforma del sistema elettorale tedesco per le europee, riformato in senso proporzionale e senza alcuna soglia di sbarramento.