Saint-Denis (askanews) - Azzurri contro furie rosse, alle 18 la nazionale di Conte si gioca il tutto per tutto contro la Spagna di Vicente del Bosque allo stade de France di Saint-Denis, alle porte di Parigi. L'attesissimo incontro degli ottavi di finale, dopo quattro anni dalla finale degli Europei di Kiev, vede ancora le due nazionali una contro l'altra per una partita che promette nuove e forti emozioni.

Ma il ct azzurro, pur consapevole di partire sfavorito da la carica ai sui ragazzi.

"Non siamo qui per per fare da comparsa, sia chiaro, cercheremo di dimostrarlo. Dobbiamo andare al di là della ragione, perché se usiamo quella, perdiamo. Dobbiamo tirare fuori qualcosa che ci permetta di fare qualcosa di straordinario, perchè l'ordinario non basta. E i ragazzi che è a disposizione ne sono capaci".

Nessun senso di inferiorità dunque ma senso di gruppo. "La partita la dovremo vincere tutti insieme, in fase offensiva cercando di far male alla Spagna. Sento sempre parlare della nostra difesa, e poi di Morata, Iniesta, Nolito, Silva. Non possiamo cercare di fare in modo che anche la Spagna stia attenta a noi".

Il verdetto, di questo ottavo che sa di finale, uscirà dal campo.

(immagini afp)