Napoli (Askanews) - "La sentenza della Cassazione sul caso Eternit è vergognosa, vogliamo giustizia": è il grido di dolore e di sdegno dei lavoratori, dei familiari delle vittime e dei rappresentanti dei sindacati assieme all'associazione"Mai più amianto" e a "Medici per l'ambiente" che hanno tenuto un presidio sotto la sede della Prefetturadi Napoli in piazza Plebiscito. Tra questi Giovanni Sannino, segretario regionale Cgil Campania: "La sentenza della Cassazione è uno schiaffo incancellabile".Le vittime dell'amianto, solo nel quartiere Bagnoli, sono 552, mentre in tutta Italia - ricordano i sindacati - sono 3.500. Solidarietà ai familiari delle vittime e alle associazioni anche dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris che ha rcordato come il comune di Napoli abbia denunciato all'autorità giudiziaria Fintecna e Cementir per inottemperanza in riferimento all'ordinanza sindacale per la realizzazione delle opere necessarie alla messa in sicurezza permanente del sito di pertinenza. "Questi soldi sono importanti per completare la bonifica e per risarcire chi non ha avuto giustizia", ha dichiarato.I sindacati hanno anche chiesto al prefetto Francesco Musolino di attivare una cabina di regia con le istituzioni locali per affrontare tutte le questioni che attengono alla salute deicittadini, dalla sorveglianza sanitaria alle bonifiche.