Napoli (askanews) - Una donna è morta e sei persone sono rimaste ferite, tre delle quali gravemente, per un'esplosione dovuta a una fuga di gas avvenuta nel basso occupato da una famiglia di immigrati nigeriani, in un antico palazzo di Vico Vicaria, nel centro storico di Napoli, .Secondo una prima ricostruzione, l'incidente è stato causato dal gas fuoriuscito da una bombola difettosa che avrebbe saturato l'ambiente. Sembra che uno degli inquilini, rientrato tardi mentre gli altri dormivano, intorno alle 23.30, abbia acceso la luce innescando inconsapevolmente l'esplosione.La donna è deceduta sul colpo mentre i feriti sono stati trasportati in ospedale dalle ambulanze, tre in gravi condizioni, al reparto grandi ustionati dell'ospedale Cardarelli, gli altri tre, più fortunati al Loreto Mare.Inagibile lo stabile interessato dallo scoppio e anche un appartamento vicino. Sul posto si sono immediatamente recati i Vigili del fuoco, e gli uomini della polizia e della Protezione civile. Il forte boato, ha provocato paura e scompiglio nei vicoli, molti abitanti del quartiere sono scesi in strada in preda al panico. Due palazzi restano tuttora inagibili.Sull'accaduto è stata aperta un'indagine.