Roma, (TMNews) - Dirottato e nascosto in una località segreta per poi essere "utilizzato in un secondo momento per un altro obbiettivo". Gli esperti dell'antiterrorismo americano che stanno indagando sul misterioso caso del volo della Malaysia airlines scomparso da 6 giorni non escludono questa ipotesi.Secondo quanto scrive il "Wall Street Journal" l'antiterrorismo americano sta valutando l' ipotesi dirottamento a partire dai dati di volo scaricati in automatico dai motori dell'aereo. In sostanza l'aereo avrebbe volato ancora diverse centinaia di miglia dopo la scomparsa dai radar circa 40 minuti dopo il decollo dall'aeroporto internazionale di Kuala Lumpur. L'aereo così potrebbe aver raggiunto diverse località, dall'India alle coste nordoccidentali dell'Australia.A partire da questi dati, gli esperti americani hanno quindi preso in considerazione l'ipotesi dirottamento. A bordo potrebbero essersi trovati individui armati e un pilota incaricato di portare l'aereo in una località segreta, per poi servirsene in un secondo momento.