Ankara (askanews) - La Turchia è costretta a fronte all'emergenza migranti. Sono 22 i morti, di cui quattro bambini, nel naufragio di un barcone diretto in Grecia. La Guardia costiera turca è riuscita a portare in salvo 211 migranti che si trovavano a bordo di un'imbarcazione di legno diretti verso l'isola greca di Kos. Questa è solo l'ultima delle tragedie del Mar Mediterraneo ma l'esodo dei profughi viaggia anche via terra.La situazione infatti è molto difficile anche a Istanbul dove centinaia di profughi siriani sono bloccati alla stazione degli autobus in attesa di partire verso Edirne la più grande città turca vicinissima ai confine con la Bulgaria e la Grecia.Le autorità di Ankara hanno deciso di bloccare il servizio di pullman e la tensione cresce di ora in ora.(immagini Afp)