Milano (TMNews) - I centri americani per il controllo delle malattie hanno alzato al massimo il livello d'allerta per l'Ebola. Segnale chiaro di quanto l'epidemia si stia diffondendo in Africa dove l'agenzia per la sanità pubblica statunitense invierà 50 esperti. Un aiuto per contenere l'epidemia nel continente africano dove la situazione è sempre più difficile: la Liberia ha proclamato lo Stato d'emergenza, colpite anche Guinea, Sierra Leone e Nigeria. I morti in Africa occidentale sono ormai circa 1.000 secondo i dati diffusi dall'organizzazazione mondiale della sanità, ma secondo il presidente americano Barack Obama, impegnato proprio in questi giorni nel vertice Stati Uniti-Africa, per bloccare l'epidemia non serve inviare i farmaci sperimentali nel continente. "Il virus dell'ebola, ora come in passato, è controllabile, se ci sono forti infrastrutture pubbliche e i paesi in cui si sta diffondendo sono i primi ad ammettere che i loro sistemi sanitari sono stati sopraffatti" ha detto.Intanto a Madrid è arrivato l'aereo militare con a bordo il missionario spagnolo di 75 anni che ha contratto l'Ebola in Liberia. Si tratta della prima persona che viene rimpatriata in Europa per le cure.(Immagini Afp)