Islamabad (TMNews) - L'ex premier Nawaz Sharif, come previsto, ha vinto le elezioni legislative in Pakistan. Anche se i dati non sono ancora ufficiali, il successo del leader della Lega Musulmana, magnate dell'acciaio accusato in passato di corruzione, è ormai sicuro. Il principale contendente, l'ex campione di cricket Imran Khan, ha ammesso la sconfitta. "Le sfide sono enormi - ha commentato Sharif a caldo - ma noi siamo pronti ad affrontarle. Di certo è un compito ingrato, ma noi siamo molto determinati".Dopo la diffusione dei primi risultati i sostenitori del partito di Sharif sono scesi per le strade a festeggiare. "Grazie a dio - dice un giovane - il Pakistan si avvia a una rivoluzione che migliorerà il Paese. Costruiremo un nuovo Pakistan, il nostro Leone ha vinto".Passato l'entusiasmo, sul tavolo del nuovo governo ci saranno molte questioni scottanti, su tutti il caos e le violenze costantemente promossi dai talebani, nemici giurati della, pur fragile, democrazia pakistana. E poi il tema dei rapporti con l'India, cui però Sharif manda un messaggio distensivo."I miei migliori auguri - ha detto - al popolo dell'India. Per favore dite loro che siamo interessati a rafforzare le nostre relazioni". Il primo problema per Sharif, comunque, sarà, più prosaicamente, quello di trovare i voti per il suo governo: secondo le proiezioni, infatti, non avrebbe la maggioranza dei seggi e quindi dovrebbe trovare un accordo con altre forze politiche.