Bangkok (TMNews) - Tutto da rifare in Thailandia dove la Corte costituzionale ha dichiarato non valido il voto del 2 Febbraio scorso. Sono dunque annullate le elezioni legislative indette dal premier Yingluck Shinawatra dopo lunghi mesi di manifestazioni e polemiche proprio per allentare la tensione nel Paese e per cercare di superare la crisi politica che stava facendo vacillare il suo governo. Ora ladecisione di invalidare il voto rischia di far ripiombare il Paese nel caos.I giudici hanno motivato la sentenza spiegando che lo scorso 2 febbraio in ben 28 circoscrizioni non è stato possibile votare perché l'opposizione con blocchi e proteste aveva impedito ai candidati di registrarsi. La decisione della Corte è una vittoria proprio per gli oppositori del governo che erano contrari alle elezioni per loro senza significato se non precedute dalla dimissione in blocco del premier e di tutto il suo esecutivo.(Immagini Afp)