Genova (TMNews) - "Non c'è nessuna concreta possibilità che Berlusconi abbia la maggioranza alla Camera".Così il leader di Rivoluzione Civile, Antonio Ingroia, a margine di un incontro elettorale a Genova ha risposto ai cronisti che gli chiedevano un commento sul recupero di Berlusconi e del Pdl sul centrosinistra in vista delle elezioni politiche del 24 febbraio prossimo."Non lo sottovalutiamo - ha continuato Ingroia - ma ritengo che sia politicamente finito. Oggi è più pericoloso Monti che Berlusconi"".Monti è un avversario più temibile del Cavaliere dunque per l'ex Pm che, riguardo ai possibili scenari del dopo-voto, al fine di formare un valido governo di Centrosinistra si dice pronto a offire i propri voti al Pd per ottenere una maggioranza decisiva a Palazzo Madama anche senza i senatori montiani e chiamando a raccolta i suoi sostenitori attribuisce al suo movimento l'importante ruolo di ago della bilancia."Dico agli elettori che la vera alternativa per avere un governo di centrosinistra è fra noi e Monti. Se si vota Pd - ha detto ancora il leader di Rivoluzione Civile - c'è un forte rischio che il Pd faccia l'accordo con Monti, se si vota per noi invece abbiamo ottime possibilità e ottimi argomenti per convincere il Pd a fare una coalizione, un governo di centrosinistra".