Il Cairo (TMNews) - La polizia egiziana ha usato gas lacrimogeni per far cessare gli scontri scoppiati tra i sostenitori del deposto presidente Mohamed Morsi e gli abitanti di un quartiere nel centro del Cairo. Le violenze sono iniziate dopo che una decina di esponenti dei Fratelli musulmani erano entrati nella sede di un ministero dei Beni religiosi ed erano stati invitati a lasciare l'edificio; una volta fuori, si sono scontrati con gli abitanti del quartiere, non lontano dalla Borsa del Cairo e da piazza Tahrir, innescando l'intervento degli agenti con gas lacrimogeni.