Il Cairo, (TMNews) - Nuovi scenari geopolitici si profilano nell'area più calda del pianeta, tra nordafrica e medio oriente. I ministri degli Esteri e della Difesa russi hanno avviato colloqui con i loro omologhi egiziani al Cairo incentrati sulla cooperazione militare.La visita del capo della diplomazia russo Sergei Lavrov e del ministro della Difesa Sergei Shoigou arriva sullo sfondo della crisi tra Washington e il suo storico alleato egiziano, che si è ormai detto determinato a collaborare con altri stati nel settore militare.Prima di questa visita di 48 ore, il capo della diplomazia egiziana Nabil Fahmy aveva dichiarato di voler offrire nuove "opzioni" al suo Paese dopo il parziale congelamento a ottobre da parte di Washington degli aiuti, che ammontano a 1,3 miliardi di euro all'anno. La stretta americana è stata decisa come misura di ritorsione dopo la destituzione del presidente islamista Mohamed Morsi da parte dei militari.(immagini Afp)