Il Cairo (TMNews) - L'esercito egiziano ribadisce la linea dura contro le manifestazioni dei Fratelli Musulmani che vorrebbero il ritorno al potere del presidente deposto Mohammed Morsi. In un discorso prima davanti ai suoi generali e poi in tv il capo dell'esercito, il generale Al Sissi, ha lanciato un messaggio chiaro ai leader islamici."Noi non accetteremo la distruzione del Paese, io non sto minacciando nessuno. Chiunque pensi che le violenze faranno cambiare idea agli egiziani, si sbaglia". Il messaggio arriva in ore drammatiche nel Paese che conta quasi 1.000 morti in 5 giorni di proteste, un bilancio ufficiale contestato dai Fratelli Musulmani. Intanto nonostante l'annullamento delle manifestazioni al Cairo, domenica è stata ancora una giornata di sangue in Egitto: 36 arrestati nei giorni scorsi sono morti soffocati dai gas lacrimogeni mentre tentavano di evadere.(Immagini Afp)