Portoviejo(askanews) - Il violento terremoto che ha colpito la costa pacifica dell'Ecuador sabato sera ha causato la morte di almeno 272 persone, secondo l'ultimo bilancio fornito dal presidente Rafael Correa."Lo ripeto è stato un fatto molto grave. Il terremoto di magnitudo 7.8 sulla scala Richter ha provocato 272 morti ma il numero delle vittime aumenterà sicuramente e probabilmente in misura considerevole. Ci sono molti corpi sotto le macerie e al momento i feriti sono 2068", ha detto il capo di stato.A Portoviejo, una delle città più toccate dal sisma, le strade sono piene di macerie di case distrutte. Attorno all'hotel Gato, un edificio di sei piani completamente crollato, i soccorritori scavano tra le macerie. Un centinaio di detenuti ha approfittato del sisma per fuggire dalla prigione della città, gravemente danneggiata.La località più colpita è Pedernales, vicina all'epicentro del sisma, meta turistica per le sue spiagge sul Pacifico, dove secondo le autorità ci sono probabilmente 400 vittime.L'Unione europea ha annunciato l'attivazione del meccanismo europeo di protezione civile per aiutare il Paese sudamericano, mentre il segretario di stato John Kerry ha offerto il sostegno degli Stati Uniti.(Immagini afp)