Roma (TMNews) - "Il dato più significativo che è quello che resta in mente è che abbiamo gestito circa 71mila tonnellate di rifiuti che sono oltre un terzo del totale dei Raee (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, ndr) che vengono gestiti in Italia e che questo ha comportato un beneficio in termini di mancate emissioni di CO2 quasi pari a 900mila tonnellate". Lo ha affermato, Giorgio Arienti, direttore generale di Ecodom, il Consorzio italiano recupero e riciclaggio elettrodomestici, che oggi ha presentato a Roma il sesto Rapporto sulla sostenibilità."900mila tonnellate di CO2 è un numero che magari non dice niente a nessuno però è quasi pari a un taglio dell 1% rispetto agli impegni che l Italia si era assunta in termini di riduzione dell emissione di CO2 con il Protocollo di Kyoto", ha aggiunto Arienti sottolineando che "soltanto il lavoro di Ecodom, che è una piccola cosa in realtà perché ci occupiamo solo di rifiuti elettrici ed elettronici, ha dal punto di vista ambientale un beneficio molto rilevante".