Palermo (askanews) - Le ricerche sono andate avanti tutta la notte nel Canale di Sicilia. Il bilancio ufficiale è ancora di 24 morti e 28 sopravvissuti, si teme un'ecatombe per il naufragio di un barcone partito dalla Libia carico di migranti nella notte tra sabato 18 e domenica 19 aprile. Uno dei superstiti avrebbe riferito che a bordo dell'imbarcazione erano 950 le persone presenti, fra cui una cinquantina di bambini e circa 200 donne, una cifra che renderebbe la tragedia la peggiore mai avvenuta nel Mediterraneo.Il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon ha sollecitato la comunità internazionale a farsi carico della protezione dei rifugiati. Da parte sua l'Italia tramite il premier Matteo Renzi reclama un'intervento decisivo dell'Unione europea sul tema migranti dopo questa ennesima tragedia. "Stiamo parlando della difesa della dignità dell'uomo nel momento in cui combattiamo i trafficanti di uomini", ha dichiarato.E oggi ne discuteranno i ministri degli Esteri dell'Unione europea al consiglio Affari esteri in agenda a Lussemburgo. Il capo della diplomazia Ue, Federica Mogherini, ha precisato che oggi presenterà "una serie di proposte per la Libia, una delle principali rotte del traffico illegale di migranti". Mogherini punta sull intensificazione della lotta ai trafficanti di esseri umani. E proprio oggi la polizia italiana rende noto che sono stati arrestati i responsabili di una rete di trafficanti di migranti.