Roma, (askanews) - Decine e decine di ebrei ultra-ortodossi si sono recati, come è tradizione, alla sorgente vicino Gerusalemme per raccogliere l'acqua, uno dei gesti più significativi della Pesach, la Pasqua ebraica che ricorda l'esodo e la liberazione del popolo israelita dall'Egitto.In Israele la Pasqua dura sette giorni, dal 4 all'11 aprile, durante i quali gli ebrei mangiano pane azzimo e organizzano cene di commemorazione con un preciso rituale. Prima della festa le case delle famiglie ebree vengono ripulite da ogni traccia di lievito e alimenti lievitati, perchè rappresentano il peccato.Immagini: Afp