Dallas (TMNews) - Primo caso di contagio di Ebola sul territorio negli Stati Uniti, si tratta di un'infermiera che era entrata in contatto con Thomas Duncan il paziente liberiano morto in Texas dopo aver importato il virus.La donna, pur avendo indossato l'abbigliamento protettivo, è rimasta comunque contagiata, probabilmente per non aver seguito nel modo corretto tutti le procedure di sicurezza."Non sappiamo ancora con certezza cosa sia successo durante il trattamento del paziente originale - ha spiegato Tom Frieden, direttore del Cdc, il centro federale americano di controllo e prevenzione delle malattie - è evidente però che c'è stato una falla nel protocollo di sicurezza e la violazione ha portato a questa situazione".La "paziente zero" ora è in isolamento nell'ospedale presbiteriano di Dallas, in condizioni definite stabili, secondo i medici che la stanno curando ha sintomi lievi e febbre non molto alta."Stiamo valutando - ha concluso Frieden - se ci siano altri possibili casi di contagio tra le persone entrate in contatto con la donna e con Duncan perché se c'è stato un contagio non è escluso che possano essercene stati altri".Il presidente degli stati uniti, Barack Obama ha chiesto di condividere rapidamente e ampliamente i risultati dell'indagine su questo episodio e invitato gli ospedali americani a prestare una maggiore attenzione.(Immagini Afp)