Brasilia (TMNews) - Cresce in tutto il mondo la paura dell'Ebola. Le autorità sanitarie brasiliane hanno messo in quarantena un 47enne della Guinea arrivato dall'Africa il mese scorso e che aveva manifestato sintomi febbrili. Immediatamente trasportato su un volo militare dallo Stato del Parana all'Istituto nazionale per le malattie infettive di Rio de Janeiro, l'allarme sul suo caso sarebbe rientrato.Per fronteggiare il pericolo dell'epidemia e verificare le misure di controllo e contrasto del virus, il ministero della Salute brasiliano ha organizzato dai primi di agosto una serie di simulazioni con pazienti sospetti di essere stati contagiati dall'Ebola che hanno coinvolto le strutture del'aeroporto internazionale di Rio de Janeiro e l'Istituto nazionale per le malattie infettive "Evandro Chagas".Secondo l'Organizzazione mondiale per la Sanità il bilancio delle vittime provocate dall'epidemia sino all'8 ottobre ha raggiunto quota 4.033, con 8.399 casi accertati in 7 paesi divisi dall'Oms in due gruppi. Il primo è composto da Guinea, Liberia e Sierra Leone, i tre paesi più colpiti, mentre il secondo comprende Nigeria, Senegal, Spagna e Stati Uniti.(immagini Afp)