Washington (askaews) - È guarita Nina Pham, l'infermiera contagiata dall'Ebola in Texas mentre curava il paziente zero americano, Thomas Duncan. Eccola in questa foto mentre viene abbracciata alla Casa Bianca dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama che ha voluto incontrarla. A New York sono state rafforzate le misure di sicurezza."Nina si è messa in una situazione in cui sapeva di essere a rischio - ha spiegato il dottor Anthony Fauci, direttore dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive - però nonostante il suo carattere e il coraggio suo e dei colleghi le è capitato di essere contagiata ma va detto che era a stretto contatto con una persona molto, molto malata".Anche in Italia 2 sanitari rientrati dalla Sierra Leone sono precauzionalmente in quarantena nelle loro abitazioni.Si tratta di Paolo Setti Carraro e Chiara Maretti, di Cuamm-Medici con l Africa (li vedete in queste foto); medico lui e infermiera ostetrica lei, sono stati evacuati dalla Sierra Leone dopo una serie di violazioni dei protocolli di sicurezza, indipendenti dalla loro volontà che potrebbero averli esposti al contagio."Se dovessero sviluppare i sintomi della malattia verrebbero ricoverati in alto isolamento", ha detto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, parlando a margine del meeting dei Giovani di Confindustria a Napoli.Non hanno avuto contatti diretti con persone affette dal virus e per loro il rischio di contagio è "basso" assicurano gli esperti. Per questo si è deciso di porli in isolamento in casa in Lombardia e non in una struttura sanitaria appositamenteattrezzata, come l'ospedale Sacco di Milano che è comunque pronto a riceverli immediatamente.(Immagini Afp)