Milano, (TMNews) - I primi pazienti che hanno sconfitto il virus dell'ebola in Guinea sono stati dimessi dai centri di Medici Senza Frontiere. Ma l'emergenza continua: gli ultimidati ufficiali parlano di 101 decessi e 157 sospetti. L'Ebola, infatti, è associata a un alto tasso di mortalità ma le possibilità di sopravvivenza per i pazienti aumentano se ricevono cure adeguate contro la disidratazione e le infezioni secondarie. Gabriele Eminente, direttore generale di MSF:"Per questa malattia purtroppo non esistono medicine o vaccini. In questo momento i nostri operatori sono sul campo ma la sfida è molto difficile e richiede molte risorse".Proprio per far fronte alla crescente necessità di risorse Medici Senza Frontiere ha lanciato una raccolta di risorse tramite il proprio Fondo Emergenze, chiedendo l aiuto di tutti per fermare questa epidemia.