Bruxelles, (TMNews) - L'Unione Europea è attrezzata per diagnosticare e curare i pazienti contagiati dal virus dell'ebola, ma le probabilità che l'epidemia che ha colpito l'Africa occidentale arrivi negli stati membri sono "minime". Lo ha assicurato una fonte di Bruxelles."Non si può escludere la possibilità che arrivi in Europa, ma l'Ue ha i mezzi per diagnosticare e contenere l'epidemia rapidamente", ha affermato questa fonte, "Un caso sospetto è stato segnalato a Valencia, in Spagna. In realtà si è rivelato negativo, ma il sistema ha funzionato. Il paziente è stato isolato e il laboratorio ha fornito rapidamente i risultati", ha spiegato.L'Ue si è dotata di una rete di allerta e tutti gli stati hanno infrastutture specializzate per curare queste patologie. "Il problema", ha confidato un esperto, "è che nessuno sa quanto durerà questa epidemia", che dopo essere scoppiata in Guinea si è diffusa in Liberia e in Sierra Leone, Paesi limitrofi dove sono stati accertati 1.201 casi, 672 dei quali mortali, secondo l'ultimo bilancio diffuso dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms).