Roma, (askanews) - E' in Italia il medico italiano di Emergency che ha contratto il virus Ebola in Sierra Leone. Sono state prese tutte le misure precauzionali necessarie per il suo trasferimento e l'assistenza fino al ricovero all'Istituto Spallanzani di Roma.Il medico è arrivato a Pratica di Mare a bordo del boeing KC-767 dell'aeronautica militare e ha viaggiato all'interno di una speciale barella isolata avio-trasportabile, assistito durante il volo di circa 6 ore e 30 minuti, da un team medico specializzato in bio-contenimento.Ad attenderlo a bordo pista, un'ambulanza dello Spallanzani, anch'essa equipaggiata in biocontenimento. Il trasporto del paziente dalla barella aviotrasportabile a quella dell'ambulanza è avvenuto sempre in totale isolamento.Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, in un'intervista al "Messaggero" ha voluto rassicurare, spiegando che il suo ricovero in Italia non comporta pericoli: il medico, infatti, non avrà contatti né con altri medici né con gli infermieri. E tanto meno con la popolazione. L'ospedale Spallanzani ha detto Lorenzin, è un centro d'eccellenza a livello europeo e per quanto riguarda i flussi migratori nel nostro Paese per il futuro non c'è da preoccuparsi.