Milano (TMNews) - La paura del licenziamento ha scatenato la furia omicida di un 36 enne incensurato, Davide Spadari, che in un bar a Casate nel Milanese ha ucciso a colpi di pistola i suoi datori di lavoro, Rocco Brattalotta di 48 anni e il figlio Salvatore di 22, proprietari di una ditta edile. Un testimone racconta i momenti della sparatoria.Spadari è stato fermato e ha confessato il duplice omicidio. Ai carabinieri ha detto che avrebbe voluto suicidarsi dopo la strage.